Brunch delle Regioni a Esposizioni con il Veneto

L'8 e il 9 Febbraio 2020 gustiamo il Veneto, una regione con un territorio in cui si può scoprire l’alta montagna e, passando per la laguna arrivare al mare, tra laghi e colli.
Venezia e Verona sono state dei punti d’incontro tra l’Oriente e l’Occidente ed è per questo che anche la cucina riflette questa Regione così ricca di paesaggi e culture diverse; una vera terra dai mille sapori. Questa è la terra del baccalà alla vicentina in cui si utilizza il merluzzo essiccato e non quello conservato sotto sale e viene servito con la polenta morbida o grigliata.
Questa è la regione del fegato con le cipolle, un grande classico veneziano; e se la tradizione vuole fegato di maiale, oggi si preferisce quello di vitello o di vitellone. Le cipolle bianche, rigorosamente di Chioggia. Questo è territorio di Risi e Bisi, che non è solo risotto con piselli povero e contadino! E’ molto di più! E’ la pietanza che il Doge richiedeva per la festa della Repubblica di Venezia, nel giorno di San Marco, il 25 aprile.
Don’t stop me now! È il titolo di una canzone dei Queen! che vale per le ricette Venete. Non fermarmi ora, perché ve ne sto raccontando di belle, o per meglio dire di buone! A allora Gnocchi con la “fioreta” una ricetta tipica delle zone montane che al posto delle patate usano la “fioreta”, una specie di ricotta molto liquida prodotta nelle malghe, per impastare gli gnocchi. I condimenti vincenti sono “burro e salvia” o fonduta di formaggio d’alpeggio. E poi “Bigoi de Bassàn”, una pasta lunga ruvida, caratteristica che consente di trattenere il sugo. Sono molto simili agli spaghetti ma più grossi e quindi più “rustici” alla vista. Uno dei condimenti tipici è il ragù d’anatra, altrimenti “bigoli in salsa”, ovvero la pasta condita con una salsa cremosa a base di alici, cipolla e vino.
E ancora Sarde in saor un piatto che contiene tutta la storia di Venezia, tra mare e contaminazioni: cipolle di Chioggia, bianche e dolci stufate nell’olio e sfumate con l’aceto; le uvette arrivate dal Medioriente e infine i pinoli. Vogliamo disquisire sul broéto di pesce chioggiotto? Gamberi, mazzancolle, scampi, anche seppie, calamaretti e/o moscardini, cozze e vongole e… che più ne ha di pesce e più ne assapori con conserva di pomodoro.
E il dolce? Tiramisù! Che da Treviso ha conquistato il mondo, diventando uno dei dolci più conosciuti. Chissà quante altre cose stiamo dimenticando. Ma se Sabato e Domenica sarete conti al Brunch della Regione Veneto in Esposizioni, un’idea di quanto ci si possa leccare i baffi con le ricette Venete Ve la sapremo dare di sicuro, senza dimenticare d’innaffiare il tutto con un Prosecco Valdobbiadene, un Bardolino o un Colli Euganei! Prosit! Vi aspettiamo!

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento Maggiori informazioni